TEMPIETTO Mancato restauro del Coro ligneo - Si alla riforma delle Soprintendenze

In questi giorni imperversa la polemica per la perdita dei finanziamenti nazionali concessi per il completamento del restauro del Duomo di Cividale. E torna alla ribalta il finanziamento di 100.000 euro concesso, d'urgenza, dopo il nubifragio che nel 2013 provocò danni al coro ligneo del Tempietto longobardo. Già a Settembre 2014, con un'interrogazione (vedi documenti TEMPIETTO) sollevai la questione in Consiglio comunale. Successivamente coinvolsi l'On. Rosato (vedi nei documenti TEMPIETTO l'interrogazione parlamentare) e la Segreteria del Ministro Franceschini. Ottenni conferma dell'effettivo stanziamento e dell'erogazione dei fondi (vedi in documenti TEMPIETTO il Decreto del Ministro e l'informativa ricevuta). Presi contatto con la Soprintendenza e ricevetti rassicurazioni sull'intervento di restauro che sarebbe partito a breve. Siamo ancora al punto zero. Riflessione: se questa e l'efficienza della struttura della Soprintendenza, in una Regione piccola come il FVG, capisco i problemi di realtà più grandi. Deduco che l'azione riformatrice del Ministro Franceschini non sia solo opportuna ma assolutamente urgente e prioritaria. In un Paese che dovrebbe trarre il massimo profitto dall'immenso patrimonio culturale disseminato sul proprio territorio, queste lungaggini ed inefficienze sono inaccettabili.


 DOCUMENTO ALLEGATO

NEWSLETTER

Resta sempre aggiornato e iscriviti alla newsletter.

Abbiamo a cuore la tua privacy

Utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalitÓ indicate nella pagina privacy policy. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante ''Personalizza'' sempre raggiungibili anche attraverso la nostra cookies info. Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su ''Accetta e chiudi'' o rifiutarne l'uso facendo click su ''Continua senza accettare''