AREA DI SGAMBAMENTO PER CANI - Interrogazione

-Poiché sono state raccolte ripetute segnalazioni di cittadini e turisti che, percorrendo i sentieri  naturalistici prospicienti Cividale, si sono imbattuti in cani lasciati completamente liberi e privi del controllo dei proprietari;

-Considerato che in tali frangenti è accaduto più volte che si verificassero aggressioni ad altri cani ma anche situazioni di pericolo per le persone, in particolare per i bambini;

-Visto che in base alla legge vigente non è consentito lasciare un cane libero (quindi privo di guinzaglio o di museruola) per strada o in un parco, l'amministrazione comunale deve vigilare per il rispetto della norma ma anche tenere in considerazione l'interesse dei cittadini che hanno la necessità di lasciare correre il proprio cane per assicurare il benessere dell'animale stesso;

-Verificato che per "Area di sgambamento per cani" si intende un'area verde comunale, opportunamente recintata e segnalata con un cartello riportante la dicitura "Area di sgambamento per cani", ove è consentito l'accesso ai cani anche non tenuti al guinzaglio e privi di museruola, purché sotto la vigilanza costante ed attiva dei loro possessori/accompagnatori e nel rispetto delle regole contemplate in appositi  regolamenti;

-Preso atto che in molti Comuni dell'intero territorio nazionale sono state realizzate tali aree affidate in gestione ad associazioni di volontariato o a semplici cittadini;

-Constatato che questo Consiglio, nella componente di maggioranza, ha ripetutamente respinto le proposte di istituzioni di almeno un'area dedicata agli amici a quattrozampe, malgrado si professi amica degli animali; 

SI INTERROGA IL SINDACO 

per sapere quali motivazioni hanno indotto l'Amministrazione comunale di Cividale a non porre in essere un provvedimento che, tutelando il benessere dei cani, contestualmente salvaguardi la sicurezza dei cittadini e degli ospiti/turisti che frequentano la nostra cittadina.

Con osservanza.

 

Consigliere Comunale

GRUPPO MISTO

Claudia Chiabai   

Cividale del Friuli, lì 22 luglio 2019




NEWSLETTER

Resta sempre aggiornato e iscriviti alla newsletter.