OSPEDALE Una sfida al Sindaco Balloch

In difesa dell'ospedale Balloch e i Sindaci del territorio devono dare un segnale forte. La battaglia deve essere unitaria perché la salute è un diritto inalienabile di ogni cittadino.

Per questo invito il Sindaco a convocare il Presidente Fedriga e l'Assessore Riccardi ad un'assemblea plenaria di tutti i Consigli comunali del territorio, aperta al pubblico.

Non una novità, a dire il vero. Cinque anni fa, in piena campagna elettorale per il Comune di Cividale, Balloch fece un'iniziativa analoga chiamando a rispondere la Presidente Serracchiani e l'Assessore Telesca. Per anni il video di quell'incontro e rimasto pubblicato sul sito istituzionale del Comune. Furono delle vere e proprie "forche caudine" per le due esponenti della Regione.

Bene, Balloch faccia altrettanto anche questa volta, affinché rimanga, a futura memoria, quanto dichiareranno Fedriga e Riccardi componenti dell'attuale Giunta regionale.

Vengano a rendere conto delle scelte fatte. Spieghino cosa intendono per "speciale unità di assistenza protratta"e "iniziative sperimentali per l'assistenza ai pazienti geriatrici e persone affette da patologie croniche per sviluppare specifiche strutture ambulatoriali" e "strutture di assistenza intermedia innovative". Gli operatori sanitari conoscono bene la differenza tra un reparto di Medicina e ciò che viene proposto, Fedriga e Riccardi lo spieghino bene ad amministratori e popolazione. Inutile che si nascondano dietro pareri tecnici, la scelta di snaturare la struttura cividalese è squisitamente politica, ci dimostrino che hanno capito perfettamente ciò che stanno facendo. Vengano anche a spiegare l'utilità della prevista SOC Igiene e organizzazione dei servizi di base. E' un reale bisogno del nostro territorio? Bene! Oppure risponde a logiche diverse, ipotizzo assecondare le ambizioni di qualche dirigente amico?

Vediamo se Balloch avrà il coraggio di convocarli e Fedriga e Riccardi quello di presentarsi.

 

 




NEWSLETTER

Resta sempre aggiornato e iscriviti alla newsletter.